1

Il famigerato ransomware che a maggio 2017 aveva messo in ginocchio le aziende britanniche e quelle di altri 98 paesi è nuovamente sotto i riflettori, infatti è di pochi giorni fa la notizia che questa minaccia abbia colpito gli stabilimenti della TSMC (Taiwan Semiconductor Manufacturing Co.) fornitore di chip di grandi major come Apple. Questo malware era divenuto estremamente famoso per la sua duplice capacità di diffusione che comprendeva l’uso di una botnet  – ovvero una rete di computer infetti pilotati da remoto – in grado di inviare un’enorme quantità di e-mail di phishing contenenti allegati PDF (Portable Document Format) e lo sfruttamento di una vulnerabilità nel protocollo SMB 1.0 (Server Message Block) di numerose versioni dei sistemi operativi Microsoft meglio conosciuta come EternalBlue.

Prova anche la directory di offertalink